The Love Affair 2016: The Exhibitors – Slow Picture Studio

martedì, settembre 13, 2016 0 No tags Permalink 0

Agnese e Cristina di Slow Picture Studio fotografano matrimoni perché credono sia una di quelle occasioni in cui tutto parla.

A loro piace il bouquet della sposa quanto i fiori del taschino dello sposo – da tenere in frigo perché non appassiscano. I baci appiccicaticci della nonna come quelli soffiati dalla vicina di casa dal balcone di fronte. Il tessuto dell’abito della sposa quanto il pizzo dell’abito della testimone. Credono anche che sia una questione di tempi, e che nella lentezza e nella frenesia si racchiuda tutto quel giorno.

“Distinguiamo tra momenti digitali e momenti analogici: la preparazione alla cerimonia ci piace ritrarla anche con macchine fotografiche analogiche, oltre che digitali, perché è una cosa sacra, è una cosa di mamma, nonna, sarta e damigelle a cui il vestito punge e si lamentano gridando all’impazzata per la casa. Il lancio del riso, invece, dev’essere subito online, perché anche chi non sia riuscito a raggiungervi in quel giorno possa immediatamente vedervi sorridere sotto una pioggia di granelli e vedervi nelle vostre facce di felicità mista a contrazione, per evitare che un chicco vi accechi.”

Moderne o all’antica sono interessate a un’unica cosa: creare un racconto completo, che parli della cura che ci avete messo a scegliere tovaglie, decorazioni, Chiesa, anelli, che poi non è diversa dalla cura nello scegliere un’altra persona.slowpicture-studio

Comments are closed.